UNA GITA DA RICORDARE

Noi alunni della seconda media della scuola Luciani siamo andati a Roma per vedere una mostra della Pixar e visitare la città. Siamo partirti il 10 Gennaio alle ore 7:00 dal piazzale dello stadio di Ascoli Piceno con circa tredici professori. La nostra classe era accompagnata dalle  professoresse Alessandra Celani e Laura Menichetti.  Sul pullman ero seduta accanto alla mia amica Giulia, con la quale per far trascorrere più veloce il tempo,ho ascoltato della musica condividendo le cuffiette e qualche volta abbiamo anche giocato a “obbligo o verità” con i nostri compagni.Arrivati a Roma, ci siamo disposti in fila per due seguendo l’ordine alfabetico delle classi. Per prima cosa siamo andati a Piazza Navona dove abbiamo ammirato la “Chiesa di Sant’Agnese in Agone” e la “Fontana dei quattro Fiumi”. Quest’ultima è caratterizzata da quattro figure colossali che impersonano i grandi fiumi dei quattro continenti: Nilo, Gange, Danubio e Rio della Plata. Ogni volta che ci fermavamo ci mettevamo a cerchio intorno al professor Luigi Bonifazi e alla professoressa Antonella Bruni, entrambi insegnanti di storia dell’arte, che ci spiegavano tramite un microfono imonumenti osservati. Poco dopo siamo andati alla “Chiesa di Santa Maria della pace”.Quest’ultima mi è piaciuta molto perché le strutture erano molto illuminate dai raggi del sole e sembra che si trovasse in paradiso. Successivamente ci siamo diretti verso il Pantheon, che io desideravo tanto vedere.Era grandissimo, soprattutto mi ha colpito che l’oculo di nove metri presente sulla sua cupola non era chiuso e ci pioveva anche! Si dice che quando piove, questa apertura crea un “effetto camino”, cioè una corrente d’aria ascensionale che porta alla frantumazione delle gocce d’acqua. Poco dopo siamo passati davanti a ”Palazzo Montecitorio” in cui ha sede la Camera dei deputati della Repubblica Italiana e il Parlamento italiano riunito in seduta comune, poi a “Palazzo Chigi” e infine in un altro luogo che desideravo davvero tanto vedere, di cui avevo solo sentito parlarea scuola e nelle canzoni; la Fontana di Trevi. Appena l’ho vista sono rimasta sbalordita, non la immaginavo così bella.è la più grande e una fra le più note fontane di Roma e tra le più celebri fontane del mondo in stile barocco. Qui la mia amica Daria ha gettato una moneta per portarci fortuna alla verifica di arte che avremo dovuto svolgere il giorno seguente. Poi siamo andati al Quirinale, il palazzo dove risiede il Presidente della Repubblica, in cui abbiamo assistito al cambio della guardia. È stato davvero emozionante, sembrava di essere davanti al castello di una re; come negli anni del Regno d’Italia. Poco dopo siamo andati a Piazza di Spagna e infine alla scalinata di Trinità dei Monti che sembra adagiarsi sul colle con un alternarsi di sporgenze e rientranze.Successivamente tutti un po’ affamati ci siamo diretti verso dei giardini dove abbiamo fatto un pranzo al sacco. In quel frattempo ho incontrato molti miei amici che venivano alla scuola elementare con me. Poco dopo ci siamo incamminati per arrivare alla mostra dellaPixar. Alla mostra una guida ci ha parlato della storia di codesta casa cinematografica, ormai appartenente alla Walt Disney Company emi ha molto colpito il fatto che per girare il cartone animato “Nemo” hanno dovuto fare sei mesi di esplorazionenell’oceano. Alla fine della spiegazione siamo andati in un’altra sala dove c’era una ruota con sopra dei pupazzi e con l’effetto della luce sembrava che si muovessero. Successivamente siamo andati in un negozio di souvenir dove siamo rimasti per molto tempo perché eravamo davvero tanti. Poi siamo tornati ai pullman e siamo ripartiti. Durante il viaggio io e la mia amica Giulia ci siamo concentrate a scrivere un testo per un concorso. Questa gita mi è piaciuta molto, è stata molto istruttiva e interessante e spero che ne faremo tante altre come questa.